10616264_543209355811099_8793807265413707446_n

Il Fish taco che non ti fa dormire

Ok, io vi avevo avvertito. Non sarò per nulla puntuale, infatti aggiorno questo blog con un ritmo imbrazzante. Mi appassionano tante cose,troppe. Ora per esempio sono in fissa dura per il nuovo Van che poi tanto nuovo non è. E’ un Volkswagen T3 dell ’86 ( si quello da Hippy drogato) blu e azzurro, in ottima forma. Letto matrimoniale, 3 fuochi per cucinare, motore turbo ed un sacco di altre figate. E’ arrivato qualche mese fa e devo ammettere di aver passato qualche notte a rotolarmi tra le lenzuola senza chiudere occhio, impaziente di aprire il box, guardarlo, salire sul sedile e stringere il volante, oppure di buttarmi sul letto. Ma il Fish Taco al salmone mi ha fatto penare molto di più. Non ho dormito per settimane. Continuavo a pensare a quanto era stato maledettamente buono e a quanti altri me ne sarei mangiati. La ricetta è davvero semplice, io non sono mai più riuscito a rifare dei taco simili. Voi fatemi sapere.

DSC_0421

due/tre tacos

  • tortillas di mais
  • 2/3 tranci di salmone
  • 1 Avocado
  • 2 lime
  • 1 mazzo di coriandolo
  • rapanelli
  • 1 cipollotto
  • 1 peperoncino fresco piccante
  • un barattolo di Yogurt
  • Maionese

Scaldate una padella

  1. Togliete le lische dai tranci di salmone poi metteteli in una ciotola, con il succo di un lime, mezzo peperoncino tagliato fine, mezzo cipollotto tagliato fine, coprite con pellicola e lasciate marinare in frigo per 30 min. circa
  2. Preparate la maionese al lime  mischiando la maionese e lo yogurt, spremeteci il succo di mezzo lime. Mettete in frigo.
  3. Affettate il rapanello
  4. Affettate il cipollotto
  5. Affettate il peperoncino
  6. Tagliate a metà l’avocado e con l’aiuto di un cucchiaio estraetene la polpa, poi affettatelo.
  7. Estraete i tranci di salmone dalla marinatura e cuoceteli 3 minuti per lato sulla padella calda.
  8. Preparate i tacos: Disponente un po di maionese al lime sul fondo, aggiungete il salmone spezzettato e privato della pelle, l’avocado tagliato e i rapanelli. Spruzzate qualche goccia di lime e guarnite con qualche foglia di coriandolo ed il peperoncino fresco.

fish taco

DSC_0439

KTCHN Club e le cene a casa tua

L’altra sera KTCHN Club ha cucinato per i ragazzi di Cambiamonza. La cosa è stata così maledettamente piacevole che tra vecchi vinili e un tot di bicchieri di buon vino abbiamo tirato le quattro di mattina.

Il menù preparato per l’occasione diceva:

Involtino di peperoni dolci con cuore di caprino alle erbe
Torta salata di cipolle di Tropea caramellate
Polpetta di melanzana su pomodoro pachino
Riso carnaroli mantecato alla zucca con crema di castelmagno e mandorle tostate
Tortino di cioccolato con cuore fondente su salsa agli agrumi

La ricetta del riso carnaroli mantecato alla zucca con crema di castelmagno e mandorle tostate.

riso carnaroli zucca e castelmagno

x4

  • 320 gr. di riso carnaroli
  • 300 gr. di polpa di zucca
  • brodo di verdure
  • 2 bicchieri di  vino bianco secco
  • 100 gr. di castelmagno
  • burro
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • 1 scalogno
  • 1 mazzetto di timo
  • parmigiano reggiano
  • mandorle

Per la crema al castelmagno:

  1. Grattugiate il castelmagno
  2. In un pentolino scaldate la panna e il castelmagno fino a quando la salsa monta e si ispessisce
  3. Conservate la crema a temperatura ambiente in modo che non solidifichi troppo

Il risotto

forno a 200°

  1. Infornate una teglia con la polpa zucca ed il timo, leggermente condita con l’olio extravergine e coperta da carta forno, cuocete la zucca, quando sarà stracotta frullate fino a creare una vellutata piuttosto densa.
  2. Tostate le mandorle affettate in una pentola antiaderente e conservate a parte per guarnire il piatto
  3. Fate sudare lo scalogno in una pentola, quando lo scalogno è lucido e morbido estraetelo ed incorporatelo, frullando ancora un paio di volte alla vellutata di zucca.
  4. Tostate il riso nel burro che avete precedentemente usato per lo scalogno, sfumate con il vino e coprite con il brodo. Procedete con la cottura aggiungendo il brodo quando necessario.
  5. A metà cottura aggiungete la vellutata di zucca e completate la cottura.
  6. Mantecate con il burro ed il parmigiano reggiano
  7. Impiattate distribuendo il castelmagno a spirale e guarnite con le mandorle tostate

Info e prenotazioni: ktchnclub@gmail.com

Blueberry Cookies

Veramente, io ci ho pensato tutta notte a cosa scrivere, ma uno che diavolo dovrebbe scrivere su dei biscotti con i mirtilli e il cioccolato amaro fondente!?

Ho capito che non sono capace di dilungarmi in descrizioni particolareggiate sulle proprietà miracolose degli ingredienti, sul profumo invitante di un dolce appena sfornato. L’ho capito perchè quando leggo un libro di ricette salto a piè pari la prima parte e mi fiondo sulla foto.

La foto sì che mi cattura, mi fa sentire il profumo ed il sapore intenso per un instante, poi giro pagina e ricomincio. Così potrei cenare a volte.

Tutto il resto mi annoia immensamente.

Ah, il mirtillo nero fa un sacco bene, il cioccolato fondente anche. Il burro un pò meno.

cookies4

  • 125 gr burro
  • 250 gr farina 00
  • 125 gr zucchero di canna
  • 125 gr di zucchero bianco
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 Uovo
  • una barretta  di cioccolato fondente
  • 150 gr di mirtilli
  • 1 gr di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale

 Forno a 190° Ventilato

  1. Unite il bicarbonato alla farina
  2. A parte sbattete l’uovo
  3. Aggiungete all’uovo sbattuto il burro precedentemente sciolto, lo zucchero di canna e lo zucchero bianco, lavorate bene con una frusta
  4. Incorporate la farina con il bicarbonato poco per volta poi aggiungete il cioccolato che avrete precedentemente tritato ( piuttosto grossolanamente ) ed i mirtilli.
  5. Lavorate per un pò l’impasto con le mani e formate delle palline.
  6. Disponete le palline su una placca foderata con carta forno e schiacciatele con le dita
  7. Infornate per 20 min circa o fino a quando i biscotti iniziano a dorarsi

Blueberry Cookies

cookies3

cookies2

Smoked salmon tartare con melone bianco avocado e lime

Le tartare sono cose belle: Gustose, semplici da preparare e configurabili più di una fiat punto. Potete abbinare centinaia di ingredienti fra di loro e quasi sempre il risultato sarà strabiliante.

Per questa tartare ho deciso di usare il melone bianco. Un melone dalla polpa chiarissima, meno dolce e più sodo.

Per velocizzare ancora di più il procedimento ho optato per del salmone affumicato che dà un pò più di carattere al piatto e vi evita di abbattere il pesce. (abbattetelo il pesce quando lo prendete fresco se non volete morire giovani )

 questa tartare è così buona e fresca che da un mese non mangio altro.

Immagine

x2

  • 150g di Salmone affumicato
  • due fette di melone bianco
  • mezzo avocado
  • un lime
  • erba cipollina

Preparazione

  1. Tagliate ( non troppo finemente il salmone affumicato) e ponetelo un una ciotola, poi condite con olio evo,pepe, lime e una grattuggiata della buccia del lime, e l’erba cipollina sminuzzata
  2. Tagliate a cubetti di mezzo cm per lato la frutta, poneteli in un atra ciotolina e condite con olio evo, sale, pepe, il succo del lime
  3. Preparate una maionese e mischiatela con una punta di wasabi ( il wasabi lo trovate in quasi tutti i supermarket in comodi tubetti )
  4. Unite i due composti e con l’aiuto di un coppapasta impiattare
  5. Servite la tartare con un pò di maionese al wasabi

Tips: Se la maionese non vi viene, non avete le uova o semplicemtne non avete voglia di prepararla, uscite di casa, recatevi al primo supermercato e comperatene un barattolo. viene buona lo stesso.