KTCHN Club e le cene a casa tua

L’altra sera KTCHN Club ha cucinato per i ragazzi di Cambiamonza. La cosa è stata così maledettamente piacevole che tra vecchi vinili e un tot di bicchieri di buon vino abbiamo tirato le quattro di mattina.

Il menù preparato per l’occasione diceva:

Involtino di peperoni dolci con cuore di caprino alle erbe
Torta salata di cipolle di Tropea caramellate
Polpetta di melanzana su pomodoro pachino
Riso carnaroli mantecato alla zucca con crema di castelmagno e mandorle tostate
Tortino di cioccolato con cuore fondente su salsa agli agrumi

La ricetta del riso carnaroli mantecato alla zucca con crema di castelmagno e mandorle tostate.

riso carnaroli zucca e castelmagno

x4

  • 320 gr. di riso carnaroli
  • 300 gr. di polpa di zucca
  • brodo di verdure
  • 2 bicchieri di  vino bianco secco
  • 100 gr. di castelmagno
  • burro
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • 1 scalogno
  • 1 mazzetto di timo
  • parmigiano reggiano
  • mandorle

Per la crema al castelmagno:

  1. Grattugiate il castelmagno
  2. In un pentolino scaldate la panna e il castelmagno fino a quando la salsa monta e si ispessisce
  3. Conservate la crema a temperatura ambiente in modo che non solidifichi troppo

Il risotto

forno a 200°

  1. Infornate una teglia con la polpa zucca ed il timo, leggermente condita con l’olio extravergine e coperta da carta forno, cuocete la zucca, quando sarà stracotta frullate fino a creare una vellutata piuttosto densa.
  2. Tostate le mandorle affettate in una pentola antiaderente e conservate a parte per guarnire il piatto
  3. Fate sudare lo scalogno in una pentola, quando lo scalogno è lucido e morbido estraetelo ed incorporatelo, frullando ancora un paio di volte alla vellutata di zucca.
  4. Tostate il riso nel burro che avete precedentemente usato per lo scalogno, sfumate con il vino e coprite con il brodo. Procedete con la cottura aggiungendo il brodo quando necessario.
  5. A metà cottura aggiungete la vellutata di zucca e completate la cottura.
  6. Mantecate con il burro ed il parmigiano reggiano
  7. Impiattate distribuendo il castelmagno a spirale e guarnite con le mandorle tostate

Info e prenotazioni: ktchnclub@gmail.com

Brianza Blues – Le cosce di pollo glassate con le pannocchie abbrustolite

So che a volte la mia immaginazione  immagina un pò troppo, ma ogni volta, verso la fine dell’estate , quando i campi di mais sono altissimi, la sera si esce in felpa e ci sono  le ultime cicale, a me sembra di stare nel Mississippi.  Mi immagino che i vecchiacci burberi che alla mattina intasano le provinciali con i loro trattori, alla sera tornino alla loro baracca di legno sull’Adda, accendano il bbq, ovviamente ricavato da un bidone di olio usato, e sulla sedia a dondolo aspettino che le loro cosce di pollo siano cotte e glassate a puntino.

piatto ok verticale

x2

  • 4 cosce di pollo
  • 2 pannocchie
  • Sale
  • Pepe
  • Burro
  • Timo

Per la glassa

  • 3 cucchiai di ketchup
  • 1 cucchiaio di salsa worcester
  • 1 cucchiaio di miele
  • Mezzo bicchiere di Jack Daniel’s

Forno a 200°

  1. Sbollentate per 15 min circa le pannocchie
  2. Nel frattempo eliminate la pelle dalle cosce di pollo e con uno spilucchino e pulite bene l’osso
  3. Disponete le cosce in una teglia con carta da forno e condite con un filo di olio extravergine di oliva, sale, pepe e timo. Infornate per circa 20 min
  4. Preparate la glassa unendo tutti gli ingredienti e fatela ridurre a fuoco lento in un pentolino
  5. Estraete le cosce dal forno e aiutandovi con un pennello disponete la glassa su tutte le cosce in maniera uniforme, poi infornate nuovamente ( giratele almeno 3 o quattro volte )
  6. Nel frattempo scaldate una piastra in ghisa e abbrustolite le pannocchie ( oppure arrostitele sotto il grill del forno )
  7. Quando le cosce sono dorate, estraetele dal forno e servitele con le pannocchie sulle quali potete sciogliere un pò di burro aromatizzato al timo.

pollo crudo 2

pollo cotto 2

pannocchia brace 2

Tagliata di tonno in crosta con spinaci novelli, barbabietola e avocado

Caldo fa caldo, si stava  meglio quando si stava peggio, ai miei tempi il fosso la saltavo per la lunga, ci vorrebbe una bella guerra. Potrei andare avanti per ore, ma fa veramente caldo che non si respira, quindi sarò velocissimo!

Immagine

x2

  • 2 tranci di tonno di circa 4 cm di spessore
  • semi di sesamo nero
  • pepe in grani
  • bacche di pepe rosa
  • Olio extravergine di oliva

tuna fillet

  1. Sciacquate i tranci di tonno sotto acqua corrente poi asciugateli con carta da cucina
  2. in un piatto mischiate il sesamo, il pepe in grani (pestato), le bacche di pepe rosa (pestate).
  3. Ungete i tranci di filetto di tonno con picchiassimo olio extravergine di oliva e poi ricopriteli con il mix di sesamo e pepe, premendo per fare aderire bene.
  4. Cuocete i tranci di tonno sulla bistecchiera ben calda per pochi minuti. Il tonno deve rimanere rosso internamente. Poi fate riposare un paio di minuti.
  5. Affettate obliquamente i tranci di tonno e servite.

Io ho scelto di accompagnare la tagliata di tonno con un insalata fresca di spinaci novelli, barbabietole affettate finissime e avocado tagliato a cubetti, il tutto condito con poco olio extravergine di oliva, il succo di un lime e un pò della sua scorza.

…non ci sono più le mezze stagioni…

L’uovo elegante – uovo in camicia con asparago bianco

Uno potrebbe prepararsi due uova, al volo, senza troppe pretese. Buttarle in padella così come vengono e ingurgitarle pochi minuti dopo.

Ma «L’eleganza si concentra nella camicia» diceva Oscar Wilde, ed io sono uno che anche per due uova, si deve complicare la vita e per complicarsi la vita basta prepararsi delle uova in camicia appunto.

Il procedimento “classico” prevede che le uova vengano immmerse con cura in un vortice di acqua bollente leggermente acidulo per qualche minuto, poi, con immensa attenzione, vengano estratte e servite. Non sempre tutto va per il verso giusto, anzi, la maggior parte delle volte il risultato è: “Ordino una pizza dagli egiziani e via”.

Esiste un metodo però che vi fa risparmiare tempo e aumenta le possibilità che le vostre uova vengano paffutelle, morbide e perfette:

Immagine

  1. Riempite di acqua una pentola non troppo alta e portate  a bollore
  2. Rivestite le pareti interne di due ciotoline o due tazze con della pellicola trasparente ed ungete con un filo di olio extra vergine le pareti interne
  3. rompete con cura le uova ( state attenti a non rompere il tuorlo) ed adagiatele all’interno delle ciotole.
  4. Ora prendete i bordi delle pellicola e uniteli ( attorcigilateli su se stessi formando un ciuffo) fino a chiudere luovo all’interno di un “sacchettino”
  5. Quando l’acqua cominica a bollire immergete i sacchettini, aveno cura di fare uscire il ciuffo, per 6 minuti.
  6. Passati i 6 minuti estraete i sacchettini, immergeteli in acqua fredda ed eliminate la pellicola.
  7. Salate e pepate e servire con quello che più vi piace, io in questo caso ho usato asparagi bianchi leggermente sbollentati e poi passati in padella per renderli croccanti.

Tips:

  • L’aqua nella pentola non deve bollire vigorosamente, deve sobbolire docemente.
  • Se volete un tuorlo piuùcotto aumentate i tempi di cottura.
  • Immergere i sacchettini in acqua fredda subito dopo la cottura renderà piu semplice staccare la pellicola dall’uovo.

Tagliata di scamone con asparagi

Quando arrivano gli asparagi vuol dire che la primavera è giunta sul serio! Oggi dunque una ricetta veloce, semplice e leggera.

Una tagliata di scamone con asparagi.

asparagi

x2

  • Due Bistecche di scamone da 150 gr. circa
  • Un mazzo di asparagi
  • Una patata
  • Olio extravergine di oliva
  • Fior di sale
  • Pepe

Piastra/Bistecchiera su fuoco vivace

  • Pulite gli asparagi con un pelapatate poi tagliateli circa 8 cm sotto le punte.
  • Scottateli per 1 minuto in acqua bollente e leggermente salata, poi scolate e tenete da parte.
  • Pelate una patata, tagliatela in spicchi e adagiatela sulla piastra ben calda.
  • Affettate per il lungo le punte di asparago e scottatele sulla piastra per qualche secondo.
  • Cuocete la carne sulla piastra per uno/due minuti circa ( all’interno la carne deve risultare morbida e rosa )

Affettate la carne, salate con del fior di sale e pepate con del pepe macinato al momento ( io ho usato quello del Madagascar che è profumatissimo ), decorate con le punte di asaprago e la patata in spicchi, condite con un filo di olio e buona primavera a tutti!

tagliata con asparagi

Doppia parmigiana in cocotte

Sì lo so, lo so! La parmigiana vera è quella con la melanzana impanata e fritta, è quella “diggiù”. Ma non è mica sempre festa e non vorrete di certo che casa vostra puzzi di fritto per giorni e giorni.

Provate questa:

Una parmigiana leggera, profumata di basilico e cremosa al punto giusto da gustare calda calda direttamente in cocotte.

Qui presentata in due modi differenti, scegliete voi quella che fa al caso vostro.

Doppia Parmigiana in cocotte

x2

  • 2 melanzane abbastanza piccole
  • Passata di pomodoro
  • Stracchino
  • 1 spicchio di aglio
  • Scalogno
  • Basilico
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Pepe

Doppia Parmigiana in cocotte

Forno a 160°

  1. Affettate finemente le melanzane e cuocetele su una bistecchiera o una padella antiaderente ben calda.
  2. In una padella con un filo di olio fate soffriggere poco scalogno con uno spicchio di aglio in camicia (che poi eliminerete ) e cuocete la passata di pomodoro. Aggiustare di sale e pepe.
  3. Una volta cotte le melenzane componente il piatto direttamente in una cocotte alternando la melanzana, un cucchiaio di passata, una foglia di basilico e lo stracchino.
  4. Infornate per 5/10 min circa.
  5. Una volta sfornate attendete un paio di minuti prima di servire.

doppia parmigiana in cocotte

Sgt. Pepper – L’hamburger che fa piangere anche gli uomini duri

Ieri il profilo facebook di Zappa’s Ktchn Club ha passato i 100 Like ed io avevo promesso a tutti che avrei preparato un hamburger casereccio e avrei offerto molte birre per festeggiare.

Non me la sentivo di preprare un Hamburger “classico”, uno di quelli con la lattuga fresca, dei pomodorini succosi e via dicendo. Fuori faceva un freddo cane e ci voleva un qualche cosa di cattivo, di deciso, di generoso. Un hamburger di quelli che l’acqua non va affatto bene, come minimo ci vogliono una birra rossa o una doppio malto.

Così è saltato fuori il

Sgt. PEPPER

un hamburger homemade di scamone, con peperoni gialli, scamorza affumicata, scaglie di grana, pancetta croccante e anelli di cipolla di tropea.

Stg. Pepper

x2

    • 2 fette di scamone (100g circa a bistecca)
    • 1 peperone giallo
    • pancetta affumicata ( fatevela affettare sottile )
    • scamorza affumicata ( fatevi affettare anche questa )
    • grana padano riserva 24 mesi
    • 2 cucchiai di salsa Hp
    • 2 cucchiai di salsa Worchester
    • tabasco
    • 2 cucchiai di maionese
    • 2 cucchiai di senape di digione rustica
    • 2 panini per hamburger
    • sale
    • pepe

Scaldate una bistecchiera

  1. Lavate ed eliminate i semi dai peperoni. Tagliateli a striscie e piastrateli sulla bistecchiera ben calda.
  2. Cuocete velocemente due fette di pancetta affumicata, una volta croccante tenetela da parte su carta assorbente.
  3. Tagliate finimente la carne e poi battetela al coltello ( se avete un robot da cucina tritatela )
  4. in una ciotola mischiate la carne con un cucchiaio di salsa Hp, due di worchester, qualche goccia di tabasco, sale e pepe.
  5. Formate delle polpette e tenete in frigo fino a quando farcirete i panini.
  6. In una ciotola mescolate la maionese con la restante Hp e la senape.
  7. Affettate i panini e spalmate la parte inferiore con la salsa di maionese, Hp e senape.
  8. Scaldate il forno a 180°
  9. Cuocete la polpetta velocemetne sulla bistecchiera.
  10. Farcite partendo dal basso ponendo i peperoni piastrati, le scaglie di grana, la polpetta di carne, la scamorza affumicata, la pancetta croccante e qualche anello di cipolla di tropea affettata finemente.
  11. infornate 3-4 minuti ( fino a quando la scamorza comincia a sciogliersi )

Io li ho sertviti con delle chips di tuberi ( patata, topinambur, manioca )

Chips di tuberi

Anche gli uomini più duri a volte piangono ed io ieri, mentre affondavo il primo morso, ho pianto moltissimo.

Tips: Ci vuole veramente poco per cucinare un hamburger decisamente migliore di quelli di un fastfood, basta seguire un paio di piccoli accorgimenti.

  • Scegliete un taglio di carne che abbia la “giusta quantità di grasso”: In questo periodo fà figo scrivere “Hamburger di Chianina dop e bla bla bla”, è troppo magra! provate con un pezzo di scamone. Le piccole venature di grasso dello scamone si scioglieranno in cottura e renderanno il vostro Hamburger molto piu morbido e succulento.
  • Tritatevi la carne a casa: questo procedimento oltre a permettervi di scegliervi il taglio di carne e di prepararvi la polpetta della dimensione che preferite, limita la formazione della carica batterica che risulterà di gran lunga inferiore rispetto a quella della carne già macinata.

Sgt.Pepper Battuta

Quick recipe – Spaghetto Integrale con pesto di rucola e crema di bufala

Oggi una ricetta che vi permetterà di smaltire le buste di rucola da 4Kg che vi vendono nei supermercati.

x2

  • 200g di spaghetti integrali

Pesto di rucola

  • 100g di rucola
  • 1 bicchiere di olio extra vergine di oliva
  • 50g di parmigiano grattuggiato
  • 2 noci
      1. Inserite gli ingredienti in un mixer e frullate fino ad ottenere in composto omogeneo

Crema di Bufala

    • Una mozzarella di bufala
    • Olio extravergine di oliva q.b
    • Pepe q.b
  1. Frullate la mozzarella con un pò della sua acqua, aggiungete a filo l’olio extravergine di oliva e pepate
    • Portate a bollore una pentola piena di acqua e cuocete al dente gli spaghetti
    • Disponete a specchio la crema di bufala sulla fondina
    • Adagiatevi un nido di spaghetti
    • Condite con qualche goccia di pesto

Tips: Mentre bolle l’acqua per la pasta, fate sobbollire qualche buccia di aglio. Questo darà un delicato sapore di aglio agli spaghetti e vi permetterà di non tritarlo ed appesantire il pesto

integrale con pesto di rucola