Tortini al cioccolato con cuore fondente ricoperti di meringa italiana

Non posto nulla da settimane, lo so. Tutti gli articoli, le instagrammate, i post sui social  #Food mi annoiano e mi urtano un po’, così mollo il colpo. E poi ero a New York, avevo da fare. Comunque dopo torna tutto come prima, mi metto a cucinare, a guardare le instagrammate altrui e a leggere i post #food sui social. E ogni tanto mi viene anche voglia di fare un dolce e magari di fargli due foto fatte bene.

DSC_0421

 Ingredienti per 4 tortini al fondente:

  • Cioccolato fondente 150g
  • Burro80 g
  • Farina20 g
  • Uova2 + 1 tuorlo
  • Zucchero a velo 90 g
  • Vanillina1 bustina
  • Cacao in polvereamaro 10 g
  • Burroq.b.
  • Cacao in polvereamaro 1 cucchiaio raso
  • Zucchero a velo q.b

Ingredienti per la meringa Italiana

  • Zucchero 220g
  • Acqua 80ml
  • 2 Albumi

Tortini al fondente:

  1.   Sciogliete il cioccolato spezzettato grossolanamente in un pentolino a bagno maria, poi aggiungete il burro tagliato a pezzetti e amalgamate bene il tutto.
  2. Nel frattempo ponete in una capiente ciotola le uova, la vanillina e lo zucchero e sbattetele con le fruste di uno sbattitore elettrico, fino a che il composto diventa chiaro, gonfio e denso (circa 10 minuti).
  3. Incorporate il composto di cioccolato e burro al composto di uova e zucchero, poi  unite la farina e il cacao setacciati
  4. Imburrate e ricoprite di  cacao amaro in polvere gli stampini in alluminio, riempite gli stampini per ¾ e infornateli nel forno già caldo a 180°; dopo 12-15 minuti togliete i tortini dal forno  lasciateli intiepidire e poi capovolgeteli su di un piatto.

Meringa:

  1. Portate l’acqua e lo zucchero a ebollizione e fate cuocere fino a un massimo di 118°
  2. Nel frattempo cominciate a sbattere gli albumi a neve ben ferma
  3. Quando lo sciroppo raggiunge la temperatura desiderata, versatelo delicatamente sugli albumi, a filo, e continuate a sbattere a velocità elevate fino al completo raffreddamento della ciotola (10 minuti circa), la meringa deve essere lucida e ben ferma.
  4. Aiutandovi con una spatola, stendete la meringa su tutta la superficie dei tortini
  5. Passate il cannello sulla copertura ultimata per ottenere una colorazione leggera
  6. servite subito

Tips: Se volete essere sicuri che il cuore dei tortini rimanga morbido una volta cotti, potete surgelare i tortini e cuocerli successivamente.

DSC_0375

DSC_0388

DSC_0428

tortino fondente alla meringa

 

ThanksGivin e la leggenda del tacchino


Nell’autunno del 1621, un malloppo di padri pellegrini, arrivati dall’Europa a Plymouth, nell’odierno Massachusetts se la banchettava allegramente e condividevano l’abbondanza del raccolto consumando tacchini allegramente con una  tribù di 90 indiani Wampanoag.

Noi questa sera invece il tacchino lo vogliamo condividere con voi!

se venite presto facciamo anche la foto  col tacchino davanti all’ingresso del Verger. Come farebbe il presidente Obama davnti alla casa bianca.

1456693_10151880542631925_798257600_n

1466034_10151880542411925_221832902_n

1425679_10151880542071925_230772474_n

1463187_10151880542511925_481653755_n

1425582_10151880541661925_2116309148_n

1422577_10151880542041925_636312499_n

1456112_10151880541506925_1871050740_n

1467425_10151880542341925_1582822834_n

1450871_10151880542571925_218365549_n

 

Blueberry Cookies

Veramente, io ci ho pensato tutta notte a cosa scrivere, ma uno che diavolo dovrebbe scrivere su dei biscotti con i mirtilli e il cioccolato amaro fondente!?

Ho capito che non sono capace di dilungarmi in descrizioni particolareggiate sulle proprietà miracolose degli ingredienti, sul profumo invitante di un dolce appena sfornato. L’ho capito perchè quando leggo un libro di ricette salto a piè pari la prima parte e mi fiondo sulla foto.

La foto sì che mi cattura, mi fa sentire il profumo ed il sapore intenso per un instante, poi giro pagina e ricomincio. Così potrei cenare a volte.

Tutto il resto mi annoia immensamente.

Ah, il mirtillo nero fa un sacco bene, il cioccolato fondente anche. Il burro un pò meno.

cookies4

  • 125 gr burro
  • 250 gr farina 00
  • 125 gr zucchero di canna
  • 125 gr di zucchero bianco
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 Uovo
  • una barretta  di cioccolato fondente
  • 150 gr di mirtilli
  • 1 gr di estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale

 Forno a 190° Ventilato

  1. Unite il bicarbonato alla farina
  2. A parte sbattete l’uovo
  3. Aggiungete all’uovo sbattuto il burro precedentemente sciolto, lo zucchero di canna e lo zucchero bianco, lavorate bene con una frusta
  4. Incorporate la farina con il bicarbonato poco per volta poi aggiungete il cioccolato che avrete precedentemente tritato ( piuttosto grossolanamente ) ed i mirtilli.
  5. Lavorate per un pò l’impasto con le mani e formate delle palline.
  6. Disponete le palline su una placca foderata con carta forno e schiacciatele con le dita
  7. Infornate per 20 min circa o fino a quando i biscotti iniziano a dorarsi

Blueberry Cookies

cookies3

cookies2

L’uovo elegante – uovo in camicia con asparago bianco

Uno potrebbe prepararsi due uova, al volo, senza troppe pretese. Buttarle in padella così come vengono e ingurgitarle pochi minuti dopo.

Ma «L’eleganza si concentra nella camicia» diceva Oscar Wilde, ed io sono uno che anche per due uova, si deve complicare la vita e per complicarsi la vita basta prepararsi delle uova in camicia appunto.

Il procedimento “classico” prevede che le uova vengano immmerse con cura in un vortice di acqua bollente leggermente acidulo per qualche minuto, poi, con immensa attenzione, vengano estratte e servite. Non sempre tutto va per il verso giusto, anzi, la maggior parte delle volte il risultato è: “Ordino una pizza dagli egiziani e via”.

Esiste un metodo però che vi fa risparmiare tempo e aumenta le possibilità che le vostre uova vengano paffutelle, morbide e perfette:

Immagine

  1. Riempite di acqua una pentola non troppo alta e portate  a bollore
  2. Rivestite le pareti interne di due ciotoline o due tazze con della pellicola trasparente ed ungete con un filo di olio extra vergine le pareti interne
  3. rompete con cura le uova ( state attenti a non rompere il tuorlo) ed adagiatele all’interno delle ciotole.
  4. Ora prendete i bordi delle pellicola e uniteli ( attorcigilateli su se stessi formando un ciuffo) fino a chiudere luovo all’interno di un “sacchettino”
  5. Quando l’acqua cominica a bollire immergete i sacchettini, aveno cura di fare uscire il ciuffo, per 6 minuti.
  6. Passati i 6 minuti estraete i sacchettini, immergeteli in acqua fredda ed eliminate la pellicola.
  7. Salate e pepate e servire con quello che più vi piace, io in questo caso ho usato asparagi bianchi leggermente sbollentati e poi passati in padella per renderli croccanti.

Tips:

  • L’aqua nella pentola non deve bollire vigorosamente, deve sobbolire docemente.
  • Se volete un tuorlo piuùcotto aumentate i tempi di cottura.
  • Immergere i sacchettini in acqua fredda subito dopo la cottura renderà piu semplice staccare la pellicola dall’uovo.

Zappa’s Ktchn Club da oggi anche su Facebook

La pagina Facebook di Zappa’s KTCHN Club è online!

Da oggi potrete rimanere aggiornati anche da qui!

a presto!

logotondobnnr

Laguiole: la lama con l’ape piu sexy al mondo

Nel piccolo villaggio di montagna di Aveyron (sud-ovest della Francia), nasce nel 1829 un modesto coltello da contadino. La sua famosa ‘ape’, simbolo di prestigio e di qualità, che orna la molla, ne farà il coltello più celebre di Francia.

Appena il coltellianio ne ha estratto uno da sotto il banco non ho resistito, sono rimansto incantato. La finitura del manico può essere scelta: Corno o legno, la lama è forgiata in acciaio 440 ed ha un filo perfetto. io ne ho presi sei.

Adesso il filetto di manzo è ancora piu buono

CDT39BImmagineImmagine

Invece dei regali: Ravioli ricotta e spinaci

Ieri a Milano la giornata era bellissima: c’era il sole, faceva molto freddo e gli alberi erano ancora bianchi per via della nevicata del giorno prima.

Quindi si è deciso di approfittare del clima natalizio ed acquistare i due regali che normalmente si è obbligati a fare tutti gli anni.

Siamo rientrati con l’ultimo metro, zero doni per amici e parenti, una spazzola per capelli nuova, delle palline per profumare gli armadi, una bottiglia di vino mezza bevuta, le mani che profumavano di cipolla (abbiamo mangiato degli hamburger giganti da Ham) e due magnifici stampi per ravioli.

Stamattina la tentazione era irresistibile  e quindi:

Ravioli con ripieno di Ricotta e spinaci

IMG_3684

IMG_3685IMG_3686x2
Per la pasta
  • 100g di Farina 00
  • 1 uovo
  • sale

Per il ripieno

  • 200 g di spinaci
  • 100g di ricotta
  • 100g di grana
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
  • 1 uovo

Per la pasta dei ravioli:

  1. Preparate la sfoglia disponendo la farina a fontana sulla spianatoia e mettendo al centro le uova e un pizzico di sale.
  2. Lavorate prelevando la farina dai lati della fontana poco alla volta
  3. Create un palla con l’impasto e mettetela a riposare in frigo. ( io l’ho messa in freezer , volevamo mangiarli subito)
Per il ripieno:
  1. Lavate gli spinaci e fateli lessare per 10 minuti.
  2. scolate gli spinaci e lasciateli raffreddare prima di tritarli.
  3. mescolate in una ciotola la ricotta, gli spinaci, l’uovo, il parmigiano, il sale, il pepe e la noce moscata fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. Stendete la pasta in due sfoglie dello spessore di circa 1-2 mm, (con la macchina per tirare la pasta alla penultima misura)
  5. Distribuite il ripieno sulla sfoglia in mucchietti equidistanti. Coprite con l’altra sfoglia e ritagliate i ravioli con
  6. l’apposito attrezzo.
  7. Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata e quando affiorano in superficie toglierli dall’acqua con una schiumarola.
  8. Condite a piacere

buon natale se non ci vediamo più!

 

Zappa’s Kitchen Club

cose buone da mangiare e belle da vedere, utensili e pensieri